Chiamaci
+ 02 382 387 84
Orari
lunedì-venerdì: 9:00-18:00
sabato: 9:00-13:00

Rispondi ai tuoi dubbi sulla sicurezza e sulla Medicina del lavoro. In questa pagina trovi le domande più frequenti che ci vengono poste dalle PMI e dalle grandi aziende italiane e multinazionali con cui collaboriamo ogni giorno.

Il decreto legislativo 81/08 prevede che ogni azienda o datore di lavoro, dopo aver effettuato la valutazione dei rischi, qualora siano presenti rischi per i quali la legge prevede la sorveglianza sanitaria, debba nominare un medico competente, specialista in medicina del lavoro o medico autorizzato.

La medicina del lavoro è il ramo medico che si occupa di prevenzione, diagnosi e cura delle malattie, al fine di tutelare la salute del lavoratore in relazione ai rischi delle attività lavorative.

Il medico competente è colui che, avendo titolo e requisiti professionali definiti dall’art.38 del D.lgs 81/08, collabora con il datore di lavoro nella valutazione dei rischi di una azienda ed effettua la sorveglianza sanitaria dei lavoratori. Il medico competente viene nominato dal datore di lavoro secondo l’art.2 D.lgs 81/08.

Il DVR è un documento obbligatorio, redatto da un tecnico della sicurezza, che identifica i pericoli connessi all’attività e quantifica il rischio che ciascuno di essi si tramuti in un potenziale danno per i lavoratori. Deve contenere tutte le procedure necessarie per l’attuazione di misure di prevenzione e protezione da realizzare, e i ruoli di chi deve realizzarle.

Il PSS è un documento redatto dal medico competente nominato, contenente le indicazioni di natura sanitaria relative alla sorveglianza dei dipendenti.

La nostra società offre un team di medici con ventennale esperienza che supporta le aziende nell’adempimento degli obblighi previsti dalla legge in materia di sicurezza e medicina del lavoro.

Sì, S.G.B.P. gestisce ogni aspetto previsto dal decreto legislativo 81/08, garantendo tutti i vantaggi di avere un unico interlocutore che gestisce visite di medicina del lavoro, esami di laboratorio e strumentali, informatizzazione dei documenti, visite specialistiche, organizzazione check-up, formazione obbligatoria, rapporto enti territoriali, wellness aziendale,..

Sì: il decreto 81/08 prevede che “nei casi di aziende con più unità produttive, nei casi di gruppi d’imprese nonché qualora la valutazione dei rischi ne evidenzi la necessità, il datore di lavoro può nominare più medici competenti individuando tra essi un medico con funzioni di coordinamento” (art. 39 comma 6 T.U.). Grazie alla nostra struttura capillare in tutto il territorio nazionale, in caso di più unità produttive possiamo offrire sia un medico locale per ogni sede, che un medico per l’attività di coordinamento e gestire così la sicurezza e la medicina del lavoro di tutti i dipendenti.

Cerchi un unico partner fidato per la gestione della sicurezza e della medicina del lavoro?